Tra l’Atalanta e Josip Ilicic, il suo campione dal momento nerissimo che in Slovenia sta cercando di uscire dalla crisi personale, sembra scoppiato l’amore. In realtà mai venuto meno. Lo scambio di messaggi a distanza su Instagram, col profilo del fuoriclasse tornato a vivere dopo un blackout che datava al 2-2 in casa della Juventus, lascia una vaga speranza in ottica Champions League, nonostante le sostanziali smentite della società e dell’allenatore Gian Piero Gasperini.

Josip eri con noi”, scrive il direttore operativo Roberto Spagnolo. E l’interessato, di rimando, nel Day After del ko casalingo con l’Inter in chiusura di campionato tutto sommato indolore, risponde con “Grandi”. Ma quel che più interessa è la story postata dal profugo bosniaco di sangue croato che, complice la guerra nella fu Jugoslavia, non ha potuto conoscere il padre portandosi dentro un buco nero che a volte non gli consente di saltare a piè pari le difficoltà della vita e del campo.

Una foto che lo ritrae chissà dove in compagnia della moglie Tina Polovina, madre delle sue figlie Victoria e Sofia. Se è tornato il sereno, tornerà anche San Giuseppe il 12 agosto nel quarto di Lisbona contro il Paris Saint-Germain? La speranza è l’ultima a morire. E se i tuoi compagni, celebrando il campionato dei record, si fanno immortalare con la tua maglia in mano, allora significa che non è finita qui.

https://www.instagram.com/p/CDYb9rtK6cN/?igshid=1cdxppudnnrgp

View this post on Instagram

Grandi❤️

A post shared by Josip Ilicic Jojo (@ilicic72) on