Atalanta U23 – Catania: 0-1
Atalanta U23 (3-4-1-2): Vismara 6; Berto 6, Comi 6, Ceresoli 6,5; Palestra 6,5,  Mendicino 6, Panada 6 (41’ st Muhameti 6), Bernasconi 6; Capone 6 (C); Cissé 6 (22’ st Vlahovic 6),  Diao 6 (1’ st De Nipoti 6,5). A disposizione: Bertini, Avogadri, Muhameti, Gyabuaa, Ghislandi, Solcia, Jimenez, Masi, Regonesi, Falleni. Allenatore: Francesco Modesto.
Catania (3-5-2): Furlan 6; Monaco 6,5 (26’ st Curado 6), Quaini 6, Celli 6; Bouah 7, Zammarini (43’ st Kontek sv), Welbeck 6,5, Cicerelli 6,5 (20’ st Tello 6), Castellini 6,5 (43’ st Rapisarda sv); Di Carmine 6,5 (26’ st Costantino 6), Cianci 6. A disposizione: Donato, Albertoni, Haveri, Ndoj, Sturaro, Chiarella, Chiricò. Allenatore: Michele Zeoli.
Arbitro: Mastrodomenico di Matera (Laghezza di Mestre, Chiavaroli di Pescara, IV Leone di Barletta. V.A.R. Gariglio di Pinerolo, A.V.A.R. Gualtieri di Asti).
Rete: al 39’ st Bouah (C).
Note. Ammonizioni: Panada, Ceresoli, Palestra (A), Tello, Celli, Di Carmine, Castellini (C). Spettatori: 813 per un incasso di 6.740,55 Euro. Terreno di gioco in ottime condizioni. Serata fresca con pioggia nella ripresa. Calci d’angolo: 3 a 2 per il Catania. Recupero :1’+5’.

Caravaggio – Il Catania batte l’Atalanta per 1 a 0 e fa un grosso passo in avanti per la prosecuzione dei playoff verso la promozione in serie B. La partita è subito veloce con gli ospiti che cercano di mettere alle corde i giovani neroazzurri con una pressione costante. Cianci, Cicerelli e Di Carmine sono vere spine nel fianco per i difensori bergamaschi. Nella ripresa i ragazzi di mister Modesto entrano in campo con un piglio diverso e, in pochi minuti, creano un paio di grosse opportunità per passare in vantaggio ma l’imprecisione delle punte nerazzurre non porta i risultati sperati. Poi nel finale arriva il gol del Catania che fa esplodere la parte della tribuna dedicata agli ospiti. Ora ai ragazzi di Modesto si chiede il miracolo per poter continuare questa loro avventura nei playoff.

La cronaca. Primo tempo. Al 4’contropiede di Di Carmine che si presenta solo davanti a Vismara. Il tentativo di pallonetto della punta rossoazzurra viene neutralizzato dal portiere atalantino. Al 6’ Cicerelli, dalla sinistra, mette in mezzo una palla per Cianci che colpisce di testa. La difesa devia in angolo. Al 9’ Cicerelli recupera palla al limite dell’area neroazzurra e fa partire un destro a giro che esce sul fondo alla sinistra di Vismara. Al 16’ primo affondo della Dea. Panada vede Diao smarcarsi verso l’area di rigore etnea e lo lancia ma Furlan esce dai pali ed anticipa la punta bergamasca. Al 20’ la palla arriva a Capone che, dai 16 metri, fa partire un destro che un difensore devia. Al 22’ Mendicino lancia Berto verso la porta catanese ma la palla è troppo lunga e termina fuori. Al 23’ Cicerelli mette in mezzo una palla che Cianci devia da pochi metri dalla porta. Per fortuna atalantina la palla esce di poco. Al 24’ conclusione, dal limite, di Welbeck. La palla esce sul fondo. Al 29’ la punizione di Ceresoli, per un precedente fallo su Mendicino, colpisce la barriera. Al 34’ Capone serve Cissé. La punta bergamasca calcia dal limite ma la difesa respinge. Al 38’ Bernasconi mette in mezzo per Diao, ma un attento Quaini anticipa la punta neroazzurra. Al 40’ contropiede di Capone che sbaglia l’ultimo tocco per concludere a rete. Al 42’ Panada libera Capone che fa partire un destro neutralizzato dalla difesa.

Secondo tempo. Al 2’ Palestra, dalla destra mette in mezzo una palla perfetta per la testa di Ceresoli che conclude addosso a Furlan. Al 3’ occasionissima per i ragazzi di mister Modesto. Palestra, dai 16 metri, fa partire una fucilata che Furlan respinge sui piedi di Cissé. La punta però, da pochi passi, conclude sopra la traversa. Al 6’ ancora Palestra, dalla destra, mette in mezzo una palla con Furlan che anticipa tutti. Al 10’Ceresoli, dalla sinistra, mette in mezzo una palla per Capone che, sulla linea dell’area piccola e al volo, conclude sopra la traversa. Al 13’ Panada cerca Capone in area di rigore ma l’esperto Monaco legge il pericolo ed interviene liberando l’area. Al 33’ occasione per Comi che, da posizione favorevole e con una torsione in gioco aereo, non trova lo specchio della porta. Al 39’ arriva il vantaggio degli ospiti. Tello, dalla destra, mette in mezzo una palla perfetta per la testa di Bouah che anticipa Vismara e mette la sfera in rete. Poi non succede più nulla fino al triplice fischio finale.

Sentiamo mister Modesto che così commenta la prova dei suoi. “Della partita di oggi mi spiace l’atteggiamento che i miei ragazzi hanno avuto nel primo tempo. So che la sfida non era facile e i miei non hanno avuto il coraggio di affrontare la partita nel modo migliore. Nei primi venti minuti abbiamo sbagliato cose semplici rischiando di prendere gol per errori da non commettere. La mia squadra deve essere coraggiosa come quella che ha giocato nel secondo tempo. Mi spiace aver preso gol sull’unica occasione seria che hanno avuto dopo che noi ci siamo giocati due/tre occasioni nitide. Ora abbiamo un secondo tempo da disputare e spero nello spirito battagliero che ci ha contraddistinto per tutta la stagione”.
esse.gi.