VILLA DI SERIO“Ciò che offriamo, o meglio che cerchiamo in più, rispetto ad altre iniziative come la nostra? Lo svago e il rapporto diretto tra istruttori e ragazzi che col pallone vogliono divertirsi”. Non solo calcio nella settima edizione del JV Football Camp di Joelson José Inacio e Vinicio Espinal, insieme, oltre che nelle giovanili dell’Atalanta, nel Lecco, a Ponte San Pietro e a Mapello, dove il primo ha raccolto in panchina il testimone del secondo, ora vice allenatore della Primavera della Lazio: “Di norma lui ha la base fissa a Briolo, dov’è partito tutto, mentre io sono a Villa di Serio. La terza location è Sant’Omobono e fa parte dello staff anche mio fratello Pià (Joao Batista Inacio, NdR) – precisa l’ex attaccante, tra le altre, di Reggina e AlbinoLeffe -. In tutto siamo una cinquantina, tra cui molti ragazzi al lavoro sui tre campi, noi due soci fondatori giriamo: l’input calcistico di due professionisti è importante, la base dell’offerta, ma non tutto. A livello pratico e organizzativo chi tiene le redini sono Ramon Busi e Ina Shullani”.
Ovvero un noto allenatore-formatore di prime squadre e settori giovanili, compreso quello semipro virtussino, e la moglie del mellizo (di José) dominicano, 12 partite nella Dea vavassoriana: “Le donne hanno una marcia in più. Noi calciatori, fuori dalla riga di gesso, tra iscrizioni e adempimenti vari, non ce la faremmo mai”, sorride il brasileiro di Bergamo. Uno che insieme all’amico e compagno di sport non riesce a levarsi dalla testa un’idea meravigliosa: “All’inizio volevamo fare qualcosa per i bambini, anche i nostri. Partimmo con 27, di cui una ventina degli amici comuni. Ora siamo a punte di 60-70, coprendo più paesi”. Il massimo, nel secondo anno pieno della pandemia: “Possiamo dirci bravi da soli, perché il rispetto dei protocolli imponeva un rigore e un’attenzione a livelli assoluti, senza contare l’assunzione di responsabilità, il fattore decisivo. Nel 2021 perfino l’Atalanta ha dovuto rinunciare a questi ritiri estivi a iscrizione”, rimarca l’eterno ragazzo paulista di Ibitinga che una sera segnò a Gigi Buffon dal dischetto facendo sognare la Bluceleste. Ripercorriamole a ritroso, le tappe dell’exploit targato Joelson & Espinal: “Premetto che non promettiamo carriere a ragazze e ragazzi, non è questo il nostro scopo. L’Everest da scalare era ed è conquistare la fiducia dei genitori che ci affidano i loro figli dalle 8 alle 18 – continua l’Inacio più giovane -. Nel corso degli anni ci siamo estesi ad Alzano e poi a Villa. Nella passata edizione, invece, tra campi e pullmini abbiamo servito sette paesi: Albano oltre alle nostre sedi abituali, quindi Entratico, Brembate e Terno d’Isola”.
Della prole joelsiana, stavolta, dal 13 al 17 e dal 20 al 24, per calciatrici e calciatori in erba dai 5 ai 14 anni, sempre da venerdì a martedì lungo le due settimane (ognuno può decidere se limitarsi a una o proseguire “e se lo fa noi abbiamo raggiunto l’obiettivo”), ne mancherà all’appello la metà: “Il più grande, Kevin, del 2008, ha gli esami a scuola. L’altro, Mathias, 2011, è anche lui in forza all’AlbinoLeffe”. DNA di famiglia, buon sangue non mente. L’amore per il pallone e l’allegria tutta sudamericana sono la ragion d’essere di JV Academy: “Da noi si può fare il portiere il giorno prima e l’attaccante l’indomani, per questo diamo tre divise. La tecnica è riservata al mattino, al pomeriggio, dopo il pranzo e tra le due merende comprese nell’iscrizione, tra partite e mini tornei c’è spazio alla piscina. Di sicuro nessuno si annoia: ci dicono che molti bambini alla sera si addormentano a cena, tanto il programma è ricco e pieno. I papà e le mamme sanno di poterceli affidare mentre lavorano, perché ci mettiamo professionalità e tanta empatia per coinvolgerli”. Parola della J di JV.

CHI, DOVE, QUANDO E COME: I JV CAMP
I JV Football Camp di Joelson José Inacio e Vinicio Espinal Marte, per la loro settima edizione, si tengono lungo due settimane differenti, tra il 13 e il 17 e poi tra il 20 e il 24 giugno.
Mission: infondere nei ragazzi consapevolezza delle proprie capacità e fiducia in se stessi, eliminando la paura di sbagliare; giocare divertendosi.
Sedi: Villa di Serio: C.S. Comunale, via Cavalli 53. Ponte San Pietro-Briolo: C.S. Comunale, Via San Marco 10. Sant’Omobono Terme: C.S. Comunale, viale alle Fonti 2.
Prezzi: 1 settimana, 1 bambino 225 euro, 2 bambini 425; 2 settimane, 1 bambino 415, 2 bambini 745. Inclusi nella quota: pranzo e merende, kit abbigliamento, servizio lavanderia.
Programma: ore 8-9 accoglienza, 9–10.30, 11-12.30, 15.30-17 attività sul campo e/o complementari, 10.30–11 e 15-15.30 merenda a base di frutta fresca, 12.30 pranzo, 14–15 attività ludiche e relax, 17–18 fine attività. Per info: Ina Shullani 349/1386014 e info@jvacademy.it

S.F.