Che direbbe Pirandello?! Ci scriverebbe certo un best seller!

È vergognoso, ma non si vergogna più nessuno. Sono senza vergogna come sono senza pudore. Non sanno niente e fanno finta di sapere tutto! E quando alla fine l’ignoranza non può più essere celata perché il balletto degli ordini e dei contrordini diventa grottesco, vedi AstraZeneca, ma è solo l’esempio più lampante, allora sbottano con le sentenze:

  • Bisogna avere fede nella scienza (ritornello che i medici di regime usano spesso come ultima ratio per zittire i medici che pensano)!!! Come se la scienza fosse una religione!
  • Dobbiamo vaccinare i bambini, sono loro gli untori!! Ma non sappiamo nulla degli effetti a breve, medio e lungo termine, rischiamo di condannare a malattie croniche persone che hanno davanti a sé tutta la vita! Non importa, dobbiamo fermare i contagi, dobbiamo fermare il virus!! Ma sulla pelle dei bambini di pochi mesi? Si! Ma a quell’età la letalità della covid è zero, e quella del vaccino è superiore!! Non importa, sono untori!! E poi vanno all’asilo, a scuola, diffondono il contagio!!! Bisogna fermarli!!!!  (Covid, al via sperimentazione vaccino su bambini dai 2 mesi in su – QdS)

Vediamo i balletti che ci hanno propinato: mascherine, ancora adesso non siamo sicuri di come e dove usarle; distanziamento, che fa il paio con assembramento, da quel che ho capito se non va bene è colpa nostra ma quando è colpa loro non è colpa, anzi non è nemmeno pericoloso; lockdown, in inglese che fa meno impressione di confinamento, apri e chiudi senza logica o con logiche assurde, promesse non mantenute, nessuna reale dimostrazione di utilità, anzi; butto lì la barzelletta dei banchi con le rotelle e dei monopattini su cui non spreco nemmeno una parola per carità di patria; l’incostituzionalità, o illegalità dei DPCM, che adesso vediamo come va a finire; la presa per i fondelli dei ristori, calcolati per essere un’elemosina per chi ne aveva davvero bisogno; e via elencando, tanto sappiamo tutti la confusione generata dall’incompetenza e dal pressapochismo.

 Ma il colmo è stato il tiramolla su AstraZeneca con cambio di nome finale per aggiungere al danno la presa per i fondelli. Io non oso immaginare come mi sentirei se fossi uno di quelli che hanno ricevuto la prima dose con questo ormai famigerato vaccino e al quale sono riusciti a dire: fai una dose sola; no fanne due perché il vaccino non ha problemi; no perché non si capisce più a che età va bene; però va bene; no perché è meglio fare la seconda dose con pfizer o moderna; ma non si sa nulla di possibili cocktail vaccinali, non esiste nemmeno un caso fatto per sbaglio; ah no, un caso esiste, e come è andato? Boh, però gli esperti dicono che va bene, ma esperti di cosa se non si è mai fatto? Esperti! Mica vorrai discutere gli esperti!! E’ gente che sa e che può esprimere supposizioni sulla base di una ragionevole speranza (dovrebbe funzionare) e di una ricerca durata tre mesi invece che 10 anni; ma è obbligatorio? No, si ma solo per i medici e operatori sanitari, ma sono tanti! E pazienza, tanto tra poco sarà obbligatorio per tutti, ma come, obbligatoria una speranza? Si, tanto anche sugli altri vaccini non è che sappiamo tanto di più!

Aspettavamo J&J, bloccato! Lo sputnik russo, difettoso, il virus vettore è replicante e abbiam o infettato milioni di persone con l’adenovirus vettore!! Gravissimo!! Però non è pericoloso! Poca roba insomma… (I guai del vaccino Sputnik V in Brasile – Il Post)

Allora tanto vale! Rendiamo obbligatoria una terapia sperimentale fondata sulla speranza che funzioni, che non faccia male, e che si possa fare ogni sei mesi per anni senza che si sviluppino intolleranze in quantità maggiore a quelle esistenti, che non sono poche! Ma perché? Per fermare il virus! Per fermare i contagi. Ma non si può! È un virus stagionale respiratorio. Non ci siamo mai riusciti con nessun altro e ogni anno le influenze tornano!!!

Non importa, bisogna avere fede nella scienza e non perdere la speranza nella terapia della speranza!! Ma è ridicolo!! Silenzio, e fatti bucare!! Il medico sono io e decido io!!  (L’infettivologo Bassetti: “Allucinante che i cittadini vogliano scegliere il vaccino, serve fiducia nei medici” – la Repubblica)

Ma è un farmaco che non ha nemmeno un’autorizzazione vera, definitiva!! Non importa, i benefici sono sempre superiori ai rischi! Ma chi l’ha detto? Tutti! E come fanno a dirlo che non conosciamo i danni ma nemmeno i benefici veri, e neppure i rischi? Ah, ma allora non capisci!? Lo dicono gli esperi, che sono esperti, bisogna fidarsi, bisogna avere fede nella scienza!!!

Ma una volta la scienza non era una fede ma una metodologia che dava certezza attraverso la dimostrazione e la ripetibilità dei fenomeni!  E, va beh, adesso è cambiata, la scienza è la nuova fede di stato, ci devi credere, fatti bucare e zitto!!!

E questo in tutto il mondo…e io mi chiedo come sia possibile… nemmeno in una barzelletta…