Nonostante tutte le preoccupazioni sollevate da più parti, il 5G è ormai un dato di fatto da cui non torneremo indietro. Ma è sicuro il 5G? Non lo sappiamo. Quel che è abbastanza certo, e misurabile, è l’effetto termico prodotto ed è un effetto abbastanza facilmente studiabile dunque l’abbiamo studiato e visto che non produce danni ai tessuti. Ciò che però non sappiamo è come il campo elettromagnetico interagisca con la complicata e delicatissima attività elettrica del corpo umano. Il funzionamento del cuore, del cervello, tutti gli scambi fisici e tutta la comunicazione avviene grazie a piccolissime differenze di potenziale che azionano pompe ioniche o modulano attività di membrana. Eppure, in barba al più elementare principio di precauzione ci dicono che il 5G non è pericoloso e ci obbligano a subirne l’azione. Mentono. Mentono per omissione. Lo danno per sicuro ma non lo sanno. Non hanno prove che sia sicuro.  E se ne fottono. Noi non possiamo scegliere e subiamo…

La discussione sugli amalgami dentali è andata avanti decenni e oggi gli amalgami non si usano praticamente più solo perché il suo uso è stato squalificato da esigenze estetiche non da motivi sanitari. Anche per gli amalgami dicevano che erano sicuri. Ma in realtà non lo sapevano. Si è sempre invocato il principio che non si potessero produrre prove della sua tossicità, ma il mercurio è un potente veleno e lo sappiamo, sappiamo che evapora in bocca e che si usura durante la masticazione e lo inghiottiamo, ciò nonostante non potendone provare la pericolosità ancora una volta abbiamo disatteso il principio di precauzione per un secolo e mezzo. Ma chi afferma che è innocuo non ha mai potuto provarlo. Alla fine si è deciso di vietare gli amalgami nelle donne in gravidanza e nei bambini. Gli adulti possono rischiare….

Parliamo di energia pulita. Il fotovoltaico, è un’energia pulita. Si certo. Ma non dicono che i pannelli solari non lo sono affatto e producono inquinamento da smaltimento. O lo produrranno alla fine del ciclo di vita. Questa del ciclo di vita è una questione seria. Per valutare quanto sia veramente inquinante qualcosa, non bisogna considerare solo il tempo del suo funzionamento ma tutto ciò che interviene dall’origine, dall’estrazione dei materiali usati fino allo smaltimento finale del prodotto alla fine del suo ciclo di vita. Il ciclo di vita (LCA, in inglese life-cycle assessment) è il bilancio finale, quello che conta. L’ultima vera truffa ideologica è la storiella delle macchine elettriche. Non è vero che sono pulite, non è vero che non inquinano. O meglio, non inquinano mentre ti portano al lavoro, perché usano un motore elettrico che non produce residui di combustione, ma le vetture elettriche, se si considera il loro LCA, sono più inquinanti delle vetture a motore endotermico. Ora, facciamo un semplice parallelo tra tutte le bugie che ci raccontano, col beneplacito di enti e governi, e la “verità” sulla pandemia. Possibile che mentano dappertutto ma non sulla pandemia e discorsi collaterali? O non è più probabile che chi mente su questo e quello menta anche sull’altro? Un bugiardo può dire la verità su una delle cose che più lo metterebbero in difficoltà? Ancora una volta non lo sanno. Sui vaccini sanno poco e niente. Lo stanno scoprendo ma è una tecnologia talmente nuova e mai usata prima che non c’è nulla di noto, figurarsi di certo. E il doversi continuamente rimangiare le proprie dichiarazioni e le verità che solo pochi mesi prima erano certezze, è la prova provata che mentono. Riflettete gente, riflettete….