Messaggi di solidarietà, ormai, non se ne contano più. All’Atalanta intesa come società, ai tifosi e a tutto il popolo bergamasco, il più colpito dalla pandemia di Coronavirus. Negli ultimi due giorni, verso i colori nerazzurri e quelli del Bergomatus Ager, la Provincia, un contest tutto particolare: la gara a chi fa lo striscione più bello affiggendolo sul ponte.

Da quello su un cavalcavia stradale a quello sul lago, per unire la sponda di casa nostra, a Sarnico, con quella di Paratico. Il tifo e i popoli non erigono mai muri, forse solo allo stadio. Nella vita di tutti i giorni no. C’è sempre un ponte da gettare oltre l’indifferenza. Non solo tra Brescia e Atalanta: ci sono i gemellati storico dell’Eintracht Francoforte, perfino il Wacker Innsbruck. Un ponte, tanti ponti. E sempre uno striscione da metterci sopra, col #Bergamomolamia in mezzo.

Ecco, dunque, un collage di immagini con quella più significativa in testa: “Divisi sugli spalti, uniti nel dolore”. Firmato “Quelli che… Sarnek”, il paese della bandiera Gianpaolo Bellini, attuale vice allenatore della Primavera della Dea. Con l’azzurro-bianco in direzione Paratico e il nerazzurro, of course, che guarda la perla bergamasca del Sebino. Una stretta di mano più che virtuale tra le due comunità che soffrono più di tutte.

https://www.instagram.com/p/B99BmSoq_YR/?utm_source=ig_web_button_share_sheet

https://www.instagram.com/p/B99AvwMokAf/?utm_source=ig_web_button_share_sheet

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Forza #Bergamo 💪💪 #fantacalcio #cagliari #seriea #atalanta #cagliaricalcio

Un post condiviso da Luca Tuttofantacalcio (@lucatuttofantacalcio) in data: